/ News

 

Torna sullo schermo, il 27 marzo alle 17.00 alla Casa del Cinema con una proiezione speciale, il documentario di Sandro Baldoni, trionfatore ai Nastri d’argento come miglior film di cinema del reale.

Cinema di intervento e di invenzione, per capire cosa è successo in centroItalia (e in tutto il paese) dopo il devastante sisma dell’ottobre 2016. Un sisma che non ha fatto vittime, ma sfollato 40.000 abitanti, buttato giù case e paesi, con la forza della scossa più forte in Italia degli ultimi 40 anni.

Un racconto ‘da dentro il terremoto’ fatto da chi è rimasto fuori di casa, come il regista.Il film sarà protagonista domani Martedì 27 marzo alle 17.00 della rassegna ItaliaDoc, curata da Maurizio Di Rienzo, che porta alla Casa del Cinema il meglio della produzione documentaristica di una stagione.Un film che racconta come si sopravvive, e come poi si continua a vivere, nell’attesa di un intervento da attendere.

C’è il dramma, il dolore di chi ha perso (quasi) tutto, ma c’è anche ironia, sorriso, il lampo di una battuta, la volontà di vivere oltre che il bisogno di sopravvivere.

Baldoni intraprende un road-movie tra strade dissestate, con incontri in una Pro Loco divenuta una sorta di isola comune; tra villeggiature forzate al mare; scuole improvvisate, palestre divenute studi di psicologo, alternanze tra mondo web e racconti di anziani; o un eremita che solitario fa qualcosa che rappresenta decine di migliaia di persone. Ne La botta grossa si piange, e si ride. E si ricostruisce un’umanità sostenibile. Un film che parla di alcune persone in alcuni luoghi. E a tutti i cittadini di tutta Italia. La botta grossa è prodotto da Acqua su Marte con Rai Cinema, con il sostegno di Lombardia Film Commission.  

È distribuito nelle sale da Istituto Luce Cinecittà.

Vedi anche

USCITE

Ad Ad